MASTER IN OSTEOPATIA BFD

Biomeccanica Funzionale Dinamica
2200,00 €
1980,00 €
Risparmia:
220,00 €

entro il 19/03/2022
ALTRI SCONTI E OFFERTE

Quota di iscrizione rateizzabile ­­(€ 500 all’iscrizione)

Docenti: Claude Altieri

MILANO

inizio 19 maggio 2022

3 MODULI - 12 giornate - 84 ORE

50 crediti ECM

Destinatari: Osteopati, Massofisioterapisti, MCB, Terapisti manuali Medici, Studenti

SCARICA IL PROGRAMMA



 

Sulla base dell’esperienza d’insegnamento ultraventennale il dottor Claude Altieri – ideatore del metodo BFD® (Biomeccanica Funzionale Dinamica), propone un Master dalla didattica moderna ed efficace che sintetizza i tempi di apprendimento e che si basa sul ragionamento clinico “sistemico”.

Durante i 3 moduli di Master il docente trasferirà ai partecipanti non solo le tecniche manuali del metodo BFD, ma soprattutto, le intra - e inter - relazioni tra i diversi sistemi e apparati.
Con tali premesse, grazie al percorso formativo in BFD e all’approccio sistemico, gli Osteopati e i professionisti già formati in Terapia Manuale saranno in grado di capire lo schema disfunzionale dei pazienti per offrire loro un trattamento efficace, veloce e duraturo.
Sul fondamento dei propri studi e dell’esperienza clinica BFD, il docente propone la sua visione biomeccanica del corpo umano in tre parti distinte mettendo in luce le relative disfunzioni di sistema e le incidenze di causa.

Il sistema Cervico/Toraco/Scapolo/Brachiale
Comprende le vertebre cervicali, la spalla, le prime coste e l’arto superiore. Il 60% delle problematiche disfunzionali di questi distretti dipendono da problemi di neurointegrazione, il 20% da problemi viscerali e il 20% da cause biomeccaniche.

Il sistema Lombo/Viscero/Pelvi/Femorale
E’ composto della colonna lombare, della massa viscerale addominale (MV), del bacino e dell’arto inferiore. In questo caso la situazione è inversa, il 60% delle problematiche sono di origine viscerale, il 20% dipendono dalla neuro-integrazione e il 20% da cause biomeccaniche.

Il sistema Parietale della gabbia toracica
In questo terzo sistema troveremo le compensazioni e le perdite di bilanciamento (disfunzioni secondarie) dei due primi sistemi.

Nel percorso formativo saranno trattati inoltre il sistema viscerale circolatorio, il sistema viscerale neuro-vegetativo, il sistema enterico e la deglutizione.

 

Orario giovedì-sabato 9-18, domenica 9-14

MODULO 1

19-22 MAGGIO 2022
COMPLESSO LOMBO/VISCERO/PELVI/FEMORALE

MODULO 2

7-10 LUGLIO 2022
COMPLESSO CERVICO/VISCERO/SCAPOLO/BRACHIALE

MODULO 3

15-18 SETTEMBRE 2022
GABBIA TORACICA-VISCERALE CIRCOLATORIO
VISCERALE NEURO-VEGETATIVO (ORTO, PARA E MIENTERICO)
DEGLUTIZIONE

COMPLESSO LOMBO/VISCERO/PELVI/FEMORALE

giovedì - h. 9-18

  • Cosa intendiamo per « approccio sistemico »
  • Disfunzioni toraco-lombari
  • Diaframma
  • Viscerale biomeccanico di primo grado
  • Nozioni di posturo-cinetica (posturologia IN MOVIMENTO)
  • Funzionamento in modo baiesiano
  • Aggiustamento postural anricipati (APAs)
  • Concetto di Bergmark

ESERCITAZIONE PRATICA

  • Test di Bassani
  • Normalizzazioni toraco-lombari

venerdì - h 9-18

  • Viscerale traumatico e viscerale disfunzionale
  • Colonna lombare
  • Particolarità delle disfunzioni di ogni vertebra lombare
  • Viscerale biomeccanico di secondo grado
  • Viscerale biomeccanico di terzo grado
  • Bacino, disfunzioni delle vertebre sacro-iliache
  • Muscolo psoas
  • Disfunzioni del pube

ESERCITAZIONE PRATICA

  • Claude test
  • Test di Downing
  • Normalizzazioni viscerali secondo e terzo grado
  • Normalizzazioni sacro-iliache e del pube

sabato - h 9-18

  • Anca
  • Viscerale biomeccanico di quarto grado
  • Ginocchio viscero-fasciale (disfunzioni a distanza)
  • Ginocchio biomeccanico (disfunzioni locali e loco regionali)
  • Metodologia sistemica colonna lombare, anca e ginocchio.
  • Aproccio viscero fasciale della spalla

ESERCITAZIONE PRATICA

  • Normalizzazioni dell'anca e del ginocchio
  • Test della chiave
  • Test di flessione passiva del ginocchio (Altieri)

domenica - h 9-14

  • Caviglia e piede: biomeccanica, disfunzioni e normalizzazioni
  • Caviglia e piede biomeccanico e viscero-fasciale
  • Viscerale biomeccanico di quinto grado
  • Metodologia sistemica caviglia piede
  • Casi clinici

ESERCITAZIONE PRATICA

  • Normalizzazioni viscerale di quinto grado (utero, vescica)
  • Normalizzazioni caviglia
  • Normalizzazioni tibio-fibolare superiore
  • Normalizzazioni dei mediotarsi e dei metatarsi

 

COMPLESSO CERVICO/VISCERO/SCAPOLO/BRACHIALE

giovedì - h. 9-18

  • Colonna cervicale - L’OAA
    • Anatomia e biomeccanica funzionale moderna, il side dell’Atlante
    • Disfunzioni dell’OAA: perdita di mobilità parziale o totale
    • Cause delle disfunzioni: adattative, traumatiche, viscerali, vestibolari.

ESERCITAZIONE PRATICA

  • Test biomeccanici
  • Test viscerali
  • Normalizzazioni dell’OAA

venerdì - h 9-18

  • Orecchio: esterno, medio, interno
    • Vestibolo
    • Sistema otolitico
    • Sistema dei canali semi-circolari, le problematiche vestibolari periferiche
  • Viscerale e cervicali
  • Occhio e cervicali
  • Bocca e cervicali
  • Metodologia sistemica dell’OAA

ESERCITAZIONE PRATICA

  • Test di Brandt/ Daroff
  • Test di Dix-Hallpike
  • Test di Guffoni
  • Manovra d’Eppley
  • Manovra di Semont.

 

sabato - h 9-18

  • Colonna cervicale inferiore
    • Anatomia, biomeccanica funzionale
    • Disfunzioni
    • Particolarità di ogni vertebra cervicale
    • Metodologia della colonna cervicale inferiore
  • T1/T2: relais fasciale importante
  • Le due prime coste
    • Anatomia, biomeccanica funzionale
    • Disfunzioni
  • Spalla
    • Contesto sistemico e contesto analitico
    • Disfunzioni del complesso toraco/viscero/scapolo/brachiale
    • Concetto di spalla alta e spalla bassa

ESERCITAZIONE PRATICA

  • Normalizzazioni cervicali
  • Normalizzazioni di C7/T1
  • Normalizzazioni di T1/T2
  • Normalizzazioni delle 2 prime coste
  • Normalizzazioni della spalla


domenica - h 9-14

  • Gomito - Polso - Mano
    • Anatomia, biomeccanica funzionale
  • Disfunzioni
  • Normalizzazioni
  • “Sistemia globale” del complesso cervico/viscero/scapolo/brachiale
    Questo complesso può essere disturbato dal sistema lombo/viscero/pelvi/femorale, ma anche da un deficit di neuro-integrazione (vestibolo, occhio, bocca). Sarà importante capire l’origine dello schema disfunzionale.

GABBIA TORACICA-VISCERALE CIRCOLATORIO-VISCERALE NEURO-VEGETATIVO (ORTO, PARA E MIENTERICO)-DEGLUTIZIONE

giovedì - h. 9-18

  • Gabbia toracica e colonna toracica
    • Anatomia, biomeccanica funzionale
    • Disfunzioni e conseguenze
    • Metodologia sistemica
  • Viscerale neuro-vegetativo
  • Sistema e disfunzioni del sistema parasimpatico e ortosimpatico
  • Sistema mienterico
  • Microbiota


ESERCITAZIONE PRATICA

  • Normalizzazioni della colonna toracica


venerdì - h 9-18

  • Sistema viscerale circolatorio
  • Cenni di anatomia
  • Fisiologia : sistema di pressioni
  • Vis a tergo, vis a latere e vis a fronte
  • Disfunzioni del sistema arterioso e del sistema venoso
  • Conseguenze funzionali e organiche

ESERCITAZIONE PRATICA

  • Manovre adeguate al trattamento circolatorio
  • Esercizi adeguati alla circolazione arteriosa
  • Esercizi, ginnastica circolatoria a bassa pressione

 

sabato - h 9-18

  • Deglutizione
    • Fisiologia
    • Lingua
    • Faringe
    • Esofago
    • Stomaco
    • Diaframma

ESERCITAZIONE PRATICA

  • Normalizzazione dell’apparato della deglutizione
  • Ginnastica circolatoria generale

domenica - h 9-14

  • Metodologia sistemica dei 3 complessi, comunicazione tra di loro.
  • Ripasso di tutte le manovre
  • Discussione

Valutazione ECM

Medici
Fisioterapisti
Massofisioterapisti
Osteopati
MCB
Studenti dell'ultimo anno del C.d.L.

Condividi su:


L'organizzazione è lieta di offrire la colazione di lavoro durante i corsi che si svolgeranno presso il Teachingcenter di EdiAcademy a Milano

La quota comprende:

• coffee break
• zainetto o cartella porta documenti
• attestato di partecipazione
• crediti ECM
• dispense digitali
• ampio parcheggio
• WiFi

ECM

Provider: edi.artes SRL n.6368
Crediti ECM: 50
Obiettivo formativo: Contenuti tecnico-professionali (conoscenze e competenze) specifici di ciascuna professione, di ciascuna specializzazione e di ciascuna attività ultraspecialistica, ivi incluse le malattie rare e la medicina di genere